Image Not Found On Media Library
Image Not Found On Media Library

My Little Installation

My little installation, cm 50 x 50, marmo, ferro e sale colorato

Lo spazio rigoroso e semplice della piccola istallazione è lontano da qualsiasi idea di leggerezza. Diventa sepolcro per l’uso del marmo in associazione ai granelli rossi, disposti sul piano in modo da diventare becchime. Sono un esempio di codice facilmente leggibile in associazione al pericolo e alla morte.

L’istallazione è luogo ideale e dietro un’apparenza di semplicità, vuole stimolare la riflessione sulla delicata bellezza e fragilità della natura.
Questa opera si colloca all’interno della mia ricerca avviata sullo studio di cose, situazioni, forme e spazi semplici, che lontani dall’essere banali, possano metterci in comunicazione con noi stessi, con il nostro “ sentire “ … aprire una porta verso la capacità di provare emozioni, nutrimento della parte più profonda, libera e vera di noi stessi.

L’istallazione è appoggiata al pavimento, in un angolo della stanza.

My little installation, marmo, ferro e sale colorato, cm 50 x 50 x 20 cm

 

My little installation

Far from any idea of lightness, the rigorous and simple space of My little installation becomes a sepulchre through the use of marble combined with red grains scattered on the flat surface in order to become bird food. An easily legible code for danger and death.
The installation is an ideal place behind whose simple appearance lies the intent of encouraging reflection upon the delicate beauty and fragility of nature.

This work is part of my research study on simple objects, situations, shapes and spaces which, being everything but banal, can get us into communication with ourselves, with our emotional sensibility, opening a gate towards the ability of experiencing feelings which can nurish our deepest, freest and truest being.

The installation is placed on the floor, in a corner of the room.

My little installation, marble, iron and colored salt, 50 x 50 x 20 cm (20x20x8 in).

My Little Installation | Monica Gorini